“Non sono capace, basta!”

“Non mi riesce niente”, capitano quelle giornate che gira gira, spingi e spingi sulle figure, ma viene fuori poco e niente.

Manca la forza, manca il fianto, manca tutto. La voglia allora scende, il cervello smette di pensare ai trick e inizia a ballare sulle note di “non sono capace di fare niente”.

 

Una volta di sicuro è capitato a tutti, lasciarsi sopraffare dalla sensazione di non essere abbastanza forti, non essere abbastanza bravi e chissà cos’altro ci passa per la testa…

La verità è che non siamo supereroi, ci proviamo e tante volte ci andiamo anche parecchio vicini,  tipo quando ci viene quella combo strafiga o quel trick atomico che sognamo da tempo(non mi vi dico il senso di immortalità che ho provato al primo Iron X).

martina_liverani_ironx
Ma non tutti i giorni sono uguali, c’è una vita oltre la pole, dei lavori, delle famiglie e tanti sacrifici e problemi, quindi non è vero che non sappiamo fare niente, è vero che oggi il nostro corpo non reagisce come il nostro cervello vorrebbe, è vero che siamo stanchi e che se facciamo un giorno di pausa o di poco e niente non succede nulla. Evidentemente ne abbiamo bisogno, ce lo sta dicendo il nostro corpo.

martina_liverani_bridge_yoga
E magari un giorno solo non basta, può essere che ci serva una pausa, staccarci dal palo e fare altro (che sia qualcosa di per nulla sportivo o complementare alla pole) oppure non fare proprio niente.
Dobbiamo ascoltare il corpo, le nostre sensazioni, inutile spingere e spingere senza che il nostro corpo segua quello che vorrebbe fare la mente, non dobbiamo nemmeno colpevolizzarci o sentirci in colpa. Adesso va così domani andrà diversamente.