Che palo mi compro?

Da un po’ di tempo ti alleni solo a lezione, ma non ti basta. Lo sappiamo dai…  dopo qualche mese diventa una dipendenza della quale non puoi fare a meno, qualche lezione è a orari improponibili, fai fatica a partecipare, e una settimana intera senza toccare il palo è sofferenza pura.

Premesso che ci si può allenare anche senza il palo:  potenziamento, stretching o verticali varie, ma non tutti riescono a stare senza un diametro 45 troppo a lungo.

Quindi? Niente, è ora che vi compriate un palo da pole dance.

photo5769424127449476141

Premesso che un palo è un investimento, non costa poco  e quindi il mio consiglio è quello di comprarlo solo se siete sicuri di utilizzarlo e se siete convinti del palo che prenderete-

Intanto mettiamo in chiaro che non tutti i pali sono uguali, cambiano prima di tutto i materiali, le dimensioni, altezza (che purtroppo non dipende da noi, ma dal soffitto di casa) e infine dovete scegliere se lo volete sia statico che spin o solo statico.

Partiamo dal materiale, io ho un palo in cromo, che però sconsiglio vivamente a chi come me è allergico al nichel, purtroppo quando l’ho acquistato ho usato poco la testa. Se avete qualche allergia a nichel e varie acquistate un palo in acciaio onde evitare irritazioni (che ho 356 giorni l’anno). Il grip tra palo in cromo e palo in acciaio ha un differenza lievissima, ho avuto occasione di provarlo a Roma al corso istruttori, approvato al cento per cento.

Io personalmente non vi consiglio pali rivestiti, plastificati e colorati (ma è solo un mio parere), ne ho provato qualcuno è mi sono trovata veramente male, suppongo sia anche perché sono abituata al cromo e faccio fatica a gestire un grip diverso da quello abituale.

La dimensione, OMG. Tasto dolente, sempre. Scherzi a parte, io uso un 45 mm di diametro. Ho provato sia un 42 mm che un 50 mm . Bocciati . Vi giustifico subito la mia scelta. Il 42 mm per me è molto piccolo, io ho le mani discretamente grandi e ho bisogno di una superficie d’appoggio maggiore. Il 50 mm  lo preferisco al 42mm,  è più comodo per i trick con le gambe (perché c’è più superficie d’appoggio), ma troppo grosso per le mani. Niente. Vince il 45.

L’altezza chiaramente dipende dallo spazio dove avete scelto di dedicare al vostro palo, il mio consiglio è quello di rimanere sempre sopra i 2 metri e mezzo, perché più basso è veramente poco. Il mio è 2. 75m , e inizio ad accusare il poco spazio. Ricordatevi sempre prima di comprare un palo di valutare lo spazio d’azione attorno, potreste ritrovarvi a sbattere ovunque.

16722584_1203983036346607_140391591742462346_o

Statico o spin?

Neanche e chiederlo, compratelo sia statico che spin. Ok, lo spin non lo usate mai ( fate malissimo !!! E’ lì il divertimento), ma un domani quando vi sentirete in vena di provare a  spinnare le note della vostra canzone preferita e non lo potrete fare ve ne pentirete. La differenza di prezzo è davvero minima, valutatelo.

Non ho parlato di marche, mi limiterò a dire quella del mio palo XPOLE, perché ognuno ha i suoi gusti, un palo può piacere o meno, essere comfortable or not, dipende da chi lo utilizza.

L’ultimo consiglio che vi posso dare è : provatelo, se avete occasione di provare il palo dei vostri sogni prima di comprarlo sarebbe cosa buona e giusta, piuttosto che ritrovarvi con un attrezzo che non vi piace e un po’ vi spaventa.