A LEZIONE AT HOME Pole Dance

Pole dance e allergia al nichel. Corso di sopravvivenza

Io sono una pole dancer. E sono allergica ai pali. Passo e chiudo.

36437933_1693838300694409_8717460954226360320_o

Non me ne sono accorta subito, all’inizio mi allenavo poco (qualche spin, due figure di repertorio) e il palo non mi dava particolari problemi, poi però, col tempo mi sono accorta che qualcosa non andava.

Come me ne sono accorta?

I primissimi sintomi sono questi :

  • Arrossamento della pelle nei punti del corpo più sensibili e di maggior contatto con il palo:  cavo popliteo, fianchi, ascelle, spalle e stinchi. Le uniche parti che, stranamente, non mi hanno mai e poi mai dato problemi sono le mani e le piante dei piedi.
  • Prurito.  Si formano sulla pelle delle piccole pustoline pruriginose che possono anche sanguinare.

Fino ad arrivare, a seconda del vostro grado di intolleranza al nichel, e alla frequenza dei contatti con il palo, a:

  • Spossatezza fisica
  • Mal di testa.

So, how to survive? 

  • Primo passo, sempre e comunque, se avete dei dubbi sul fatto che siate o meno allergiche la nichel, rivolgervi al vostro medico per fare qualche accertamento.

36853561_1707605859317653_5956753802827661312_o.jpg

  • Secondo step (fondamentale), liberatevi il prima possibile del vostro palo (fateci quello che vi pare;  vendetelo, regalatelo, buttatelo, ma non vi allenate più su quel arnese) e comprate un palo anallergico.
  • Step numero tre. Parlate del vostro problema con la vostra insegnante e chiedetele di farvi usare un palo adatto a voi durante le lezioni.
  • Per ultimo, ma non meno importante, controllate gli ingredienti dei vostri grip e il materiale dei vestiti con cui vi allenate. Tanti capi sono colorati con tinte piene zeppe di nichel (per esempio, la tinta blu, che mi piace un sacco, aimè è ricolma di nichel) e, sudando a contatto con la pelle possono creare non pochi problemi.

Tutto questo, sia chiaro, è un enorme sbattimento, ma vivere con la pelle che brucia e gratta h24 lo è ancora di più.

Ricapitolando.

  1. Palo anallegico, chiedetelo espressamente, sia a lezione al momento del acquisto.
  2. Abbigliamento sportivo di qualità, nichel free.
  3. I rimedi della nonna per il prurito che non passa mai adesso ve li dico io.

Non avete ancora comprato un palo anallergico e il vostro corpo sembra bruciare dall’interno, che si fa?

35629315_1675738375837735_4285843978009444352_o

  1. In top alla classifica c’è sempre il dottore. Prima di lanciarvi in soluzioni fai da te,  per esperienza, chiamate un dottore che vi consiglierà le giuste medicine per uscirne vivi e smettere di grattarvi asportandovi pezzi di carne.
  2. Se non riuscite a contattare un dottore per svariati motivi, al secondo posto piazzo il tea tree oil. E’ un’olio essenziale ricavato dalla Melaleuca alternifolia, una pianta della famiglia delle Mirtaceae. Io lo tengo sempre in borsa e mi ha salvato svariate volte da tutto (tosse, mal di gola, afte ed eritemi di varia natura), se non ce lo avete lo trovate un po’ ovunque: farmacie, supermercati, erboristerie etc.
  3. Ottima, anche la calendula. Sfiamma e aiuta a cicatrizzare. Questo non toglie che non la scambierei in nessun pianeta con il tee tree, ma in mancanza di altro è ottima.
  4. Ultimo posto per l’aloe vera. Diciamo che è perfetta se siete lievemente arrossati e avete un leggero prurito, ma non se andate a fuoco.

A . A . A . RIMEDI MIRACOLOSI CERCASI ! Avete altri rimedi che non conosco ?! Fatemeli sapere !!!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: